Facebook Cover Photo.png
  • Alessandra Corbetta

Anteprima editoriale: "Amore a posteriori. Canto a voce sola" di Alessia Bronico

Proponiamo alcune poesie tratte dalla nuova raccolta di Alessia Bronico Amore a posteriori. Canto a voce sola (Ensemble 2021), con uscita ufficiale prevista per il 15 ottobre.


La prefazione è a cura di Nadia Terranova.

L'immagine di copertina è stata realizzata da Stefania Onidi.



Parto sonoro 1



A me chiunque io sia

A te chiunque tu sia


amico mio

stiamo crescendo

i viaggi mi procurano disagio

allora mi concentro sui pescherecci

sulle luci delle gallerie

alterno il mare al buio

tutto metafora di movimento.


amico mio

bisogna mantenere le promesse

dirsi andare e un poco partire

darsi lezioni di rinuncia a giorni alterni

farsi lentezza

riconoscersi nell’imperfezione

nelle ruote lasciate scivolare dalla collina.


amico mio

i dolori continuano

infiltrano i tessuti rigenerati in solitudine

inventiamo una nenia

la canzone del ritardo

arrivo tra un anno, amico mio

busso e te la canto.


Parto sonoro 2


amico mio

sono nuovamente in viaggio:

il convoglio è retta parallela al mare

l’avvocato si turba

delle mie letture di guerriglia e brigantaggio,

Michelina ha lo sguardo di cento soldati,

la fierezza di chi ama.


amico mio

ti scrivo una lettera di pace:

perché è la guerra delle guerre

non dire ti amo per eccesso di idealismo,

per timore della resa

e io sono estranea alle vittorie,

alle chiuse con trofeo.


sono dell’universo il tuono,

(amico mio)

dell’universo il suono.


*


voglio dirti

che la parola è musica

prima della musica

dire

che ti ho amato

prima dell’amore


Canto difonico


«L’inizio della primavera era la stagione peggiore»

Mentre morivo, W. Faulkner


ci pensi mai al silenzio delle caverne

all’umidità della natura interna

ai papaveri di maggio

al vagito inesausto del neonato?


ci pensi mai al silenzio dei corpi

in adiacenza: osso a osso,

al sussurro della mano tra occhio e guancia

al dito intriso di benedizioni inesplicabili?


ci pensi mai alle palpebre spalancate

agli abbandoni programmati dei capi treno

alla ribellione calma che procede seduta

alla pioggia asciutta di terre impermeabili?


rimani, che a volersi bene si supera il tempo

mentre l’amore muove intorno alle scadenze


Alessia Bronico (Atri, 1981). Vive tra la Lombardia e l'Abruzzo luogo delle sue origini. Ha pubblicato in poesia L’abito della Felicità (LietoColle, 2016), Un dio Giallo (LietoColle, 2018), è inserita in Almanacco dei poeti e della poesia contemporanea n. 5 (Raffaelli Editore, 2017).



69 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti