Facebook Cover Photo.png
  • Alessandra Corbetta

I Ponti di Alma: Hernán Rodríguez Vargas

Proponiamo alcuni testi, in lingua originale e nella traduzione a cura di Stella Grazia Mazzuoccolo, tratti da Ed oltre ancora (Más allá todavía) (Delta 3 Edizioni, 2021) di Hernán Rodríguez Vargas e un breve estratto della prefazione a cura di Nicola Bottiglieri.




In questo libro le poesie sono 57 e tutte svolgono il tema dell’amore, parola che per assonanza ricorda il mare, la cui vastità insondabile si confonde con quella del desiderio: [l’amore / non era la riva, come / di una spiaggia, come di / un’isola, come un ghiacciaio, / ma il mare, / blu, / senza riva. ] Questo spazio immenso ha la forma perfetta di un cerchio, abitato da alcune isole, parla con le parole di un vocabolario che trova la sua ragione d’essere nel silenzio. Pertanto le poesie del canzoniere diventano una vivace riflessione fra elementi diversi, il mare, le parole, le isole, l’amore riunite insieme dagli echi del non detto, come se il silenzio fosse l’aria di vetro che respira il desiderio.

IV


Hoy me he detenido

a pensar a las puertas

de tu recuerdo y me

he quedado a reposar

entre los rincones

de tu ausencia, a apacentar

las bestias de este

andar como sin alma,

como sin aire, por entre

los límites borrosos

de una soledad angosta

y llena de sombras

cuando no estás, o no llegas,

o no viene todavía la hora

de salir a tu encuentro.


IV


Oggi mi sono fermato

a pensare alle porte del

tuo ricordo e sono rimasto

a riposare tra gli angoli

della tua assenza a nutrire

le bestie di questo camminare

come se non ci fosse anima,

come se non ci fosse aria,

tra i limiti sfocati

d’una solitudine angusta

e colma di ombre

quando tu non ci sei, o non arrivi,

o quando ancora non è ora

di venirti incontro.


XI


Ayer escribí para ti

una canción de amor

porque ayer te vi

por primera vez


y por primera vez

supe que quería quererte

como te quiero hoy.


Porque quererte

es la suma de

los días en que

te he querido, más

el día de hoy, donde

te quiero más, y el

de mañana, donde

te espero, para abrazarte,

como hoy, pero más fuerte.


XI


Ieri ho scritto per te

una canzone d’amore

perché ieri ti ho vista

per la prima volta


e per la prima volta

seppi che volevo amarti

come ti amo oggi.


Perché amarti

è la somma di

i giorni in cui

ti ho amato, più

il giorno di oggi, in cui

ti amo di più e

di domani, dove

ti aspetto, per abbracciarti,

come oggi, ma più forte.


XIX


Quisiera regalarte

una palabra, para que

la tengas y la cuides y

la ayudes a crecer.


Una palabra, para decir,

para nombrar, para recorrer

esto que siento por ti

y que a veces no te alcanza.


Una palabra nunca dicha,

una palabra que sea solo tuya

y solo mía, que sea la llave

y la puerta, el cielo y la nube

blanca, el mar y los misterios

que lo habitan.


Una palabra secreta, remota

y solo nuestra, para decir,

para nombrar, esto que siento

por ti y que a veces no te alcanza.


XIX


Avrei voluto regalarti

una parola, affinché la

conservi, la curi e la

aiuti a crescere.


Una parola per dire, per nominare

questo che sento per te,

che a volte non ti raggiunge.


Una parola mai detta,

che sia solo tua e solo mia,

che sia la chiave e la porta,

il cielo e la nuvola bianca, il

mare ed i misteri che lo abitano.


Una parola segreta, remota

e solo nostra, che serva per nominare,

per dire questo che sento per te,

che a volte non ti raggiunge.


Hernán Rodríguez Vargas è Dottore di ricerca in Studi Letterari, Linguistici e Storici dell’Università degli Studi di Salerno. Nel 2019 ha pubblicato la traduzione di Lavorare Stanca di Cesare Pavese e una propria raccolta di poesie: Más allá todavía, successivamente pubblicata in italiano con il titolo Ed Oltre Ancora (Delta3, 2021), nella collana Meridiana sotto la direzione di Eleonora Rimolo . Nello stesso 2021 ha pubblicato il racconto illustrato Vincenzo il Bisonte con la casa editrice La Torre dei Venti di Milano. Per quanto riguarda il suo lavoro storiografico, è in corso di pubblicazione il libro: Siete Mitos de la Independencia , che parte dalla stesura di uno dei capitoli della tesi dottorale. Nel 2018 ha pubblicato la sua ricerca di tesi magistrale Las Armas, las letras y el compás (Ed. Javeriana) . Attualmente è borsista post-dottorale presso l'Istituto Italiano per gli Studi Storici Benedetto Croce.


22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti