top of page
Facebook Cover Photo.png
  • Immagine del redattoreAlessia Bronico

Commento a "Nel vortice. Il filo" di Cesare Lievi

Cesare Lievi, poeta, autore di teatro e drammaturgo ci consegna, in Nel vortice. Il filo, testi asciutti e chiari. Il poeta bresciano, è nato difatti a Gargnano sul Lago di Garda, mostra al lettore il filo che tiene uniti i morti alla vita, che li salva dal ricordo cancellato. Questo filo è traducibile nel tempo che mette in dialoghi i due mondi. È una poesia diretta che arriva per immagini e racconta il «mondo dentro e il mondo fuori» di personaggi che tentano di gestire il vuoto, il vortice che risucchia, di trovare un «equilibrio» tra i due regni, un modo per essere felici.


Cesare Lievi, Copertina, Alma Poesia

10

 

In due è meglio. E soltanto così forse

È possibile. Sia l’altro il vero

O sia tu la carne. D’incendiare

Il confine si tratta, di vedere –

 

Sentire il suono che non cede mai

Andarsene dalla mente nel folto

Delle cose, laggiù sulla spianata

E ritonare

 

In forma semplice: parole.

 

da Nel vortice. Il filo (Samuele editore, 2022)

Comments


bottom of page