• Alessia Bronico

Commento a «La luce» di Ida Travi

C’è bisogno che si legga la poesia di Ida Travi, è in grado di far suonare il silenzio sulla carta, è luce che illumina la parola, un lumicino dapprima lontano e che poi pian piano s’avvicina per mostrare cosa si trova «sotto sotto» ogni verso, ogni strofa, ogni componimento. Ida Travi è voce, è aedo del nuovo secolo, è visione. È poesia contro la vanità, è poesia che esiste e resiste a tutte le domande, è poesia che dice in modo nuovo di un mondo nuovo.


La poesia è tratta da Dora Pal. La terra, Moretti &Vitali (2016)



(la luce)

La luce ti darà la solitudine

sotto sotto c’è la solitudine

Scende dall’alto del campanile

la luce

Sola è la brocca, sola la fontana

sola la pietra, solo il ramoscello

Forte ti farà la solitudine, nei sandali

hai la solitudine

Dormono in solitudine le bestie

dormono i bambini

poi viene qualcuno e mostra la lettera

Allora alzatevi – dite qualcosa

dite qualcosa alla rosa rossa.

0 visualizzazioni

Alma Poesia © 2019

Founder: Alessandra Corbetta