Facebook Cover Photo.png
  • Alessandra Corbetta

Anteprima editoriale: "Fatti reali immaginari" di Adriana Tasin

Proponiamo alcune poesie tratte dalla nuova raccolta di Adriana Tasin Fatti reali immaginari, in uscita per Arcipelago Itaca il prossimo 30 maggio.


L'illustrazione in copertina è di Ksenja Laginja.



Vite precipitate


Che si mettano a tacere presto

queste vite precipitate,

ché nessuno ne abbia ricordo

e dolore.

Anestetizzato il bruco

non si farà farfalla,

si trascinerà a foglie revolute

bucando un insolito affaccio

ancora verso la terra e il suo nero.


Imbarco


Southampton, mercoledì 10 aprile 1912, mezzogiorno


Julia. Sul Titanic il mio nome

è stato detto in fretta e depennato.

Cosa da 7 sterline.


Rinaldo Renato Ricaldone

ed Enrico Rinaldo Ratti

i nomi di due giovani italiani

sono stati rotati a lungo,

squadrati e aggiunti alla lista.

Personale di bordo.


Elisabeth Ramel Nye

ha sborsato 25 centesimi

per imbarcare il canarino,

ha dondolato la gabbia

come borsetta da gala.


Il piccolo Pommy,

volpino di pomerania,

il pechinese

Sun Yat-Sen, il

barboncino Frou-Frou

e Kitty, l’airedale,

diretti in prima classe

mi hanno sfilato con

galante disinteresse olfattivo.


Un italiano è diretto a N.Y.

per consegnare personalmente

un violino. Lo ha tenuto avvolto

e stretto al petto come un infante.

(Che lo sia davvero?)

un violino-infante clandestino.


È assai sovversivo un violino che viaggia

in terza classe! E tace…


Tendo l’orecchio… (tace!)

Però piange (forse).


[C’è un confine dell’udito.


Adriana Tasin (Tione di Trento, 1959) si è laureata in Scienze Naturali all’Università di Bologna ed è stata docente di matematica e scienze a Madonna di Campiglio, dove tuttora vive. Suoi testi compaiono in antologie collettanee quali Il fiore delle lacrime (a cura di Vincenzo Guarracino) e Distanze obliterate. Generazioni di poesie sulla Rete (a cura di Alma poesia) Puntoacapo Ed., e diversi lit-blog. Nel gennaio 2020 ha pubblicato la sua raccolta poetica d’esordio, Il gesto è compiuto, con Puntoacapo Editrice. L’opera ha ricevuto importanti riconoscimenti in alcuni concorsi letterari risultando in particolare tra i vincitori nei premi: “Cecco D’Ascoli” Opera prima 2020, “Alberoandronico” 2020, “Tra Secchia e Panaro” 2021, “Città di Arcore” 2021.


143 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti