Facebook Cover Photo.png
  • Alessandra Corbetta

Anteprima editoriale: "L'individuo superfluo" di Francesco Tripaldi

Proponiamo alcune poesie tratte dalla nuova raccolta di Francesco Tripaldi L'individuo superfluo, in uscita per Ronzani Editore.


La prefazione è a cura di Vincenzo Costantino Cinaski.



‘GLITCH’ DI SISTEMA


La statistica non considera

gli amori dissennati,

i cigni neri o sé stessa

quando la interroghi

con seducenti questioni

da alcolista freelance.


Se lo facesse,

l’aspettativa adattiva

tradirebbe il risultato della ricerca,

un glitch nei libri dell’Apocalisse

rivelerebbe

la peluria sull’avambraccio della Vergine,

i conti offshore degli arcangeli,

l’identità della madre surrogata del nuovo Messia.


Piani millenari compromessi

dall’idea stessa di probabilità.


Meglio non chiedersi nulla,

abbracciare il destino

con lo spirito del kamikaze

e guardare il mondo

attraverso

i misteriosi occhi rossi

dei conigli.


E-POCA


Se cerchi nel web

il web cerca dentro di te;

senza nemmeno faticare tanto.


L’e-pica della pirateria informatica:

segreti industriali,

cordoni ombelicali digitali,

ricette per biscotti in linguaggio binario.


L’aspetto coloniale di una faccenda post imperialista

è il nostro vivere di esigenze improcrastinabili,

di amori a grandi linee.


Questione di evoluzione convergente.


Come certe fragole

siamo rossi solo in superficie.

Un cupio dissolvi

di corpi celesti e beta bloccanti.


POESIA ARTIFICIALE


Non c’è nulla di più stupido

dell’intelligenza artificiale,

perché ciò che impara lo apprende da noi.


Non riuscirà mai a comporre una poesia perfetta,

restando in silenzio.


Francesco Tripaldi (Tricarico, 1986) è un avvocato specializzato in materia di protezione dei dati personali. Vive tra Milano e Bologna. Nel 2019 pubblica la sua prima raccolta di poesia Il machine learning e la notte stellata (Collana Gialla – LietoColle Editore). Nel 2020 compone i testi delle canzoni Gargoyles, Livido e Mantra per il progetto musicale “Nikita”. Suoi lavori sono apparsi in varie riviste e antologie. Tra questi: Viaggi di Versi, Pagine Editore in “Antologia Poeti e Poesia 2012”; Dio non ci assolverà in una mattina poco digeribile, in “I racconti dello scontrino”, Bohumil Edizioni, 2012. Autogrill interstellare è presente in «Il Segnale» n. 104/2016; I 34 passaggi per creare un’esplosione è presente in Cerco poesia anche dove non c’è, Edizioni Fernandel, 2019; EPoca, Social Engineering, Dinamica Asociale e Poesia artificiale sono presenti in Distanze obliterate. Generazioni di poesie sulla Rete (Puntoacapo Editrice, 2021).

53 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti