Alma Poesia

ANDREA CONTI è nato a Bologna il 24 ottobre 1991.

 

Si laurea in Lettere Moderne all’Università di Bologna con una tesi in Letteratura Italiana Contemporanea, incentrata sull’analisi dell’influenza della letteratura di De Sade nella poesia e nella saggistica del poeta d’avanguardia emiliano Corrado Costa. Sempre a Bologna, prosegue sulla strada della contemporaneistica conseguendo la Laurea Magistrale in Italianistica, Culture letterarie europee e Scienze linguistiche con una tesi sulla scrittura giornalistica di Edoardo Sanguineti. Suoi articoli di critica letteraria sono apparsi sulle riviste «Poetiche», «Sinestesie» e «Avanguardia». Attualmente collabora con il blog «Poesia del nostro tempo», per il quale cura la rubrica Il metodo sperimentale, dedicata alla poesia sperimentale e d’avanguardia del secondo Novecento.

Dice della poesia: «La poesia è la più povera delle arti. Essa, infatti, può persino fare a meno del supporto della scrittura, essere recitata a memoria, cantata, rappresentata. Inscritta da millenni nel corpo biologico e sociale dell’umanità, la poesia è uno strumento straordinario di preservazione e rivisitazione della memoria, ma anche di critica nei confronti del presente. In virtù della sua materialità formale, della sua nuda apparenza ritmica, metrica e musicale, la poesia è in grado di sovvertire il nostro modo abituale di guardare al mondo, anche solo reinterpretando le strutture consuete del linguaggio. In definitiva, sono convinto che la poesia sia quanto di più alieno, e al contempo familiare, ci sia oggi rimasto».

Andrea Conti Official.jpg